Disturbo da eccitazione genitale permanente

Eccitazione costante nel pene

  1. Tali fenomeni, che ricorrono anche in altri mammiferi ad esempio lo pseudo-pene nella femmina di iena ridens crocuta crocuta [11] sono ritenuti vestigia di arcaici caratteri sessuali, comparsi in qualche pregresso stadio dell' evoluzione umana e funzionali alla selezione copulatoria.
  2. Come migliorare lerezione dopo 58 anni
  3. Marcata diminuzione della rigidità erettile.

Mi basta solamente pensare alla mia partner che ho un'erezione. Leggere i suoi messaggi addirittura. Di conseguenza quando poi sono con lei è ancora peggio perché non riesco a controllarmi, come se non dipendesse quasi da me.

Altri Contenuti

Inoltre, come conseguenza di queste erezioni, fuoriesce pure liquido che non è sperma ma che comunque imbarazza soprattutto se si indossa abbigliamento chiaro. Sono disperato e volevo solo avere un consulto. Risposta - Mi verrebbe subito da eccitazione costante nel pene se è solo con questa partner che ha una risposta sessuale del genere. Allo stesso modo, questo tipo di reazione lascia il posto a una eccitazione diretta, più naturale direi, che nasce soprattutto dal contatto fisico quando si entra maggiormente in un coinvolgimento affettivo.

Metti alla prova la tua conoscenza

Le consiglio, inoltre, di evitare, per un periodo di tempo, impotenza mancanza di erezione eccitanti come caffè e thè.

Macchie bianche durante l'erezione Domanda - Ho 30 anni e da qualche tempo alterno momenti in cui ho un disturbo a momenti in cui scompare, la descrizione è questa: durante l'eccitazione sessuale e l'erezione compaiono sul glande delle briciole bianche più o meno grandi e ho diversi bruciori durante l'atto sessuale che sia singolo o in coppia, per intenderci.

come trattare unerezione debole

Ho svolto da pochissimo esami per eventuali malattie sessualmente trasmesse MST con risultati tutti negativi. Tempo fa ho effettuato anche un tampone uretrale e un esame dello sperma, anch'essi negativi.

perché non cè erezione nelle ragioni mattutine

Il problema è che al momento della visita, il medico mi ha detto che non vedendo tali briciole e vedendo la pelle apparentemente sana non poteva farmi una diagnosi e di tornare quando sarebbero ricomparse, ma io le ho solo durante l'erezione. Il medico di base ha, invece, prescritto farmaci antimicotici per qualche tempo e la cosa è parsa migliorare, ma al centro di MST me li hanno sconsigliati e mi hanno solo prescritto lavaggi con acqua borica. Il mio dubbio è che non so nemmeno come definire e chiamare tale fastidio.

E poi, in alcuni posti sento dire che l'igiene è magari scarsa, ma in altri che bisogna evitare di lavarsi troppo. Capirà la confusione.

Metti le tue passioni in un libro: pubblicalo!

Mi basta un eccitazione costante nel pene di chiarezza e un'indicazione di massima sulla terapia più appropriata. Risposta - Credo che il materiale biancastro che lei nota durante l'erezione possa essere smegma, ossia un prodotto di secrezione di alcune ghiandole poste alla base del glande, nel cosiddetto solco balano prepuziale, a cui spesso si aggiunge sebo e cellule della mucosa esfoliate.

forum lungo pene

Le consiglio di seguire una igiene quotidiana con detergenti intimi neutri e di non utilizzare detergenti per il corpo in quanto alterano il normale equilibrio acido-base e distruggono la normale flora batterica. E' importante rimuovere completamente lo smegma lavando bene il solco balano prepuziale ed il glande.

SIAMS Links

Desiderio sessuale ed età avanzata Domanda - Ho da poco compiuto 76 anni. Tempo fa ho subito l'asportazione totale del colon che all'altezza del sigma presentava un polipo ad alta displasia e durante l'intervento quelli che alla TAC erano sembrati diverticoli invece erano delle piccole neoplasie per cui il chirurgo ha ritenuto di asportare l'intero organo lasciando un moncone del sigma.

Quindi non ho subito l'umiliazione della borsa. I linfonodi sono risultati all'esame istologico "indenni".

La disfunzione erettile: come si manifesta e i dati sulla diffusione

Mi devo contentare di quel poco di potenzialità superflua o esistono altri rimedi? I farmaci come il sildenafil agiscono sull'erezione e non rappresentano quindi una terapia per il calo della libido. Sicuramente anche l'intervento che lei ha subito ha rappresentato un fattore di stress di natura sia fisica che psichica con risvolti negativi sulla sua vita sessuale.

La invito ad eseguire un semplice prelievo di sangue per valutare la concentrazione del testosterone totale e a parlare di questo problema al medico dei medicina generale che eventualmente la indirizzerà da uno specialista andrologo.