Alessandro Littara

Il partner aveva una brutta erezione

il partner aveva una brutta erezione stagno sul pene

Oggi la dottoressa Orsenigo ci parlerà dei disturbi sessuli più diffusi tra gli uomini. Sessualità e problemi sessuali Quando viene richiesta una consulenza per problemi sessuali, sia individuali che di coppia, i disturbi maschili più comuni sono una ridotta o mancata erezione e l'eiaculazione precoce.

Disfunzioni sessuali maschili: luci ed ombre - valleaquila.it

Prosegue la serie di articoli della dottoressa Annalisa Orsenigo sulla sfera della sessualità. Lasciamo a lei la parola. Cause organiche o psicologiche? Saranno utili anche eventuali esami medici specifici che consentano di procedere ad una diagnosi differenziale: ovvero se si è in presenza di un disturbo prevalentemente di natura organica o psicologica o, ancora, di entrambi.

Affitto di stanze ad uso studio professionale

Ritengo che solo dopo un accertamento medico-specialistico si possa procedere con trattamenti mirati. Deficit di erezione: il fantasma dell'impotenza Farmaci quali il Viagra, il Cialis, il Levitra, bloccano una sostanza che induce l'erezione, impedendone la caduta una volta ottenuta. L'erezione, in queste situazioni, viene indotta da una energica stimolazione tattile dell'organo maschile, dopo aver assunto il farmaco.

il partner aveva una brutta erezione lingranditore fa il pene

L'assunzione di queste sostanze chimiche richiede la prescrizione medica e un iniziale monitoraggio per valutare eventuali effetti collaterali. Prima dell'avvento dei rimedi farmacologici, largamente diffusi in varie il partner aveva una brutta erezione d'età, erano le iniezioni di papaverina e di prostaglandine a indurre l'erezione, tanto che la stessa poteva durare a lungo se la quantità iniettata risultava impropria; infatti, non era infrequente il ricorso al pronto soccorso per farsi decomprimere il pene.

Risulta indispensabile, inoltre, valutare se il deficit erettivo si è presentato in presenza di una specifica partner o se è costante.

  • Liti con le fidanzate?
  • Impotenza maschile: come risolvere il problema? - Vivere più sani
  • Problemi di erezione: ecco da cosa possono derivare

È utile anche, ovviamente, comprendere il momento dell'esordio e le relative condizioni di vita della persona. Sappiamo che l'erezione viene inibita dal freddo, dalla vecchiaia avanzata, dalla paura di fare brutta figura, e anche da patologie organiche come le lesioni del modello spinale.

Cause della disfunzione erettile

Dal punto di vista clinico, si parla di impotenza primaria quando il soggetto maschio non è mai riuscito ad ottenere o mantenere un'erezione sufficiente proprietà benefiche per lerezione rendere possibile un rapporto sessuale completo. Ricordiamo che il deficit erettivo è noto nel linguaggio comune come impotenza.

Se è stato possibile avere penetrazione con rapporti eterosessuali o omosessuali, anche solo qualche volta, si parla invece di impotenza secondaria. Ogni uomo attribuisce una rilevante importanza alla capacità di svolgere adeguatamente la propria funzione sessuale.

Cosa fare in caso di impotenza maschile?

Questo accade per varie ragioni: per la propria autostima e per il riscontro da parte del contesto sociale dove la sessualità è spesso identificata con la virilità e, non ultime, per le proprie capacità riproduttive. Sono normali fino a quando non vanno a compromettere la maggior parte delle situazioni di coito. Fattori psicologici anamnestici prediligono madri dominanti che attentano la sicurezza del ragazzo rispetto alla propria virilità, cui fa da antagonista una figura maschile di scarso rilievo che rende difficile costituire un modello maschile cui identificarsi, specie negli anni dell'adolescenza.

La paura di fallire, a volte, blocca l'azione, creando una situazione generale di "impotenza", non solo di natura erettiva. Il soggetto tende a non essere reattivo e partecipativo; instabile emotivamente, demorde.

  • Cosa fare in caso di impotenza maschile?
  • "Ho avuto una perdita dell'erezione" - valleaquila.it
  • Quando lui ha un problema sessuale, di chi è la colpa? - Alessandra Graziottin

In alcuni casi, nell'impotenza secondaria, si possono alternare periodi, anche prolungati, di insuccessi sessuali a risultati positivi ma non stabili, dando luogo ad un andamento oscillatorio di risposte sessuali e di vita. Eiaculazione precoce: come affrontarla e risolverla Il disturbo dell'eiaculazione precoce risulta molto diffuso nella popolazione maschile, anche in età giovanile.

il partner aveva una brutta erezione perché un ragazzo ha un pene al mattino

Con quest'espressione si fa riferimento all'incapacità dell'uomo di controllare l'eiaculazione per almeno trenta — sessanta secondi dopo la penetrazione in vagina. Un'altra situazione-tipo è quella in cui, nell'intento di evitare gravidanze indesiderate, l'uomo cerca di avere il massimo controllo sul proprio riflesso eiaculatorio, evitando di lasciare che lo sperma si depositi nella cavità vaginale meglio note come pratica del "coito interrotto".

il partner aveva una brutta erezione pene screpolato

Non è infrequente che il ripetuto sfregamento del proprio corpo contro quello femminile, senza togliersi neppure gli indumenti, o la sola vista di materiale pornografico, solleciti in alcuni maschi, prima della penetrazione o poco dopo, un'immediata risposta eiaculatoria. Esiste una cura per superare questo problema?

il partner aveva una brutta erezione viste posteriori dei peni

Il ricorso di molte coppie a una prolungata astinenza sessuale, o ad altri metodi "domestici", quali il non "toccare le aree genitali maschili", non fa che accrescere frustrazione ed irritazione da parte della donna e sentimenti d'inadeguatezza nell'uomo, fino a indurre un vero e proprio timore rispetto al rapporto sessuale, accentuando una condizione di ansia e di insicurezza rispetto alle proprie capacità amatoriali e un'insoddisfazione di coppia.

L'approccio più semplice consiste nell'applicare la tecnica della compressione. Tale metodica consiste nel favorire l'erezione del pene attraverso la stimolazione da parte della partner. Il pollice della donna deve stare appoggiato sul frenulo con l'indice e il medio sulla corona del glande, mantenendo una pressione per secondi. In tal modo viene immediatamente il partner aveva una brutta erezione il bisogno di eiaculare.

Prevenire e curare – Induttore e portatore del sintomo sessuale

Segue un intervallo di circa 30 secondi dalla conclusione della pressione, e la partner inizia di nuovo a stimolare attivamente il pene fino a giungere a una nuova erezione cui segue una fase di compressione. In questo modo si alternano fasi di stimolazione a fasi di compressione, al fine di inibire la risposta eiaculatoria immediata. In questa condizione l'uomo si abitua alle spinte pelviche della donna, fonte di intensa stimolazione sessuale, mentre applica la tecnica della compressione per bloccare l'eiaculazione.

In tal modo si induce il "controllo eiaculatorio" del partner. Tale metodica va seguita per alcuni mesi.

Fattori psicogeni che possono esporre l'uomo a questo tipo di disfunzione possono essere ascritti a: frettolosità dei rapporti; scarso interesse per la partner, non altrettanto con altre occasionali; paura di eventuali gravidanze ma mancato utilizzo di una contraccezione alternativa responsabile e condivisa; eventi traumatici in cui vengono scoperti in flagrante tradimenti tenuti nascosti o negati.

Le informazioni pubblicate da GuidaPsicologi.